segni-mossiSEGNI MOSSI

27 – 28 febbraio

Laboratorio di danza – disegno
Indagare la relazione tra la danza e il segno grafico

Segni mossi è un progetto di ricerca che nasce dall’incontro tra l’artista visivo Alessandro Lumare e la coreografa Simona Lobefaro. Segni mossi indaga la relazione tra la danza e il segno grafico: danza come materie differenti, proiezione nello spazio, emersione dell’emotivo; segno come estensione del corpo, azione, tracce di esperienze vissute.
La dimensione è quella dell’esplorazione, della sperimentazione, della scoperta, dello stupore.

Gli obiettivi che si pone Segni mossi nel lavoro con i bambini e con gli adulti:
valorizzare il segno liberandolo da ogni subordinazione rappresentativa;
agevolare la presa di consapevolezza del proprio corpo e delle sue potenzialità motorie e creative;
esplorare la connessione tra le qualità espressive del movimento del corpo e quelle del tratto;
soffermarsi sul processo creativo piuttosto che sul risultato;
considerare la sperimentazione un metodo di lavoro;
acquisire fiducia in sé e nell’altro attraverso una dimensione cooperativa;
sviluppare la relazione con il gruppo e la socializzazione rispettando e valorizzando le differenze di ognuno.

Due giorni ricchi di spunti operativi da sperimentare con bambini, adolescenti e adulti in ambiti teatrali, nella danza e nell’educazione artistica, ma soprattutto un’esperienza pratica in cui coinvolgersi in prima persona, un’occasione di crescita e di arricchimento personale.

PASSI DI AZIONE E FORMA:

  • Architetture di corpi in relazione nello spazio;
  • Graffi, indagare la velocità, l’incisività della traccia;
  • Disegni ciechi, eseguiti seguendo i suoni prodotti dai compagni;
  • Disegni gravitazionali, segni tracciati su un piano verticale sfruttando la dinamica del salto;
  • Disegni spaziali, segni tracciati nel vuoto e su superfici fisiche senza soluzione di continuità;
  • Sabotaggi, esplorazioni manipolative sulla simmetria-asimmetria;
  • Stoffe, indagini sulla tridimensionalità e il ritmo;
  • Ritratti esperenziali.

Durante la prima giornata è prevista una video presentazione.
Al lavoro pratico si alterneranno momenti di elaborazione, necessari a far depositare e a interiorizzare le esperienze vissute e ad analizzare aspetti metodologici.
Dedicheremo inoltre un tempo ad illustrare la scelta, l’uso e l’organizzazione dei materiali.

Conducono:

  • SIMONA LOBEFARO , coreografa e danzatrice
  • ALESSANDRO LUMARE, artista visuale, illustratore, atelierista

Simona Lobefaro proviene da una formazione multidisciplinare che ha come perno la danza contemporanea e la performance. E’ coreografa dei MAddAI, il cui percorso artistico ha sempre messo al centro del discorso l’imprevisto conducendo a scelte sceniche aperte in cui l’esito non è scontato.
Fa parte della compagnia di danza di ricerca Sistemi Dinamici Altamente Instabili. Come formatrice conduce laboratori di movimento per bambini in scuole pubbliche e centri privati, laboratori di danza di ricerca per adulti, partecipa alle attività di formazione diOfficina COREografica, collabora con Mus-e Italia Onlus – Roma.

Alessandro Lumare è un autore di libri illustrati per l’infanzia, formatore artistico ed atelierista con esperienze lavorative come videomaker, danzatore ed operatore socioculturale. La sua ricerca artistica è caratterizzata da multidisciplinarietà e attitudine all’innovazione.

A CHI: Scuola d’ infanzia, primaria e secondaria, insegnanti di sostegno, bibliotecari, Operatori della disabilità sensoriale, mediatori interculturali, arteterapisti, danzatori, appassionati.

SEDE: Via di Padergnone, 45 – Zanica (BG)

DURATA: 10h.

DATE E ORARI: Sabato 27 febbraio, dalle 15.00 alle 19.00 //Domenica 28 febbraio, dalle 10.00 alle 13.00, dalle 14.00 alle 17.00

PARTECIPANTI: minimo 20 – massimo 26

COSTO DEL LABORATORIO: 140 euro + IVA

Associazione Culturale Moblarte
Via Padergnone 45 – 24050 Zanica (BG)
Tel.: 344 143 2205
Mail: info@moblarte.it