C’ era una volta un Re”

il centro estivo nel Castello

Anno 2019 – IV EDIZIONE

ABITANTI:

SPEDIZIONE PIANETA TERRA

– facciamo RETE

IL PROGETTO

La ricchezza che un centro estivo si porta dentro è la potenzialità di vita e di educazione che trasmette, è la possibilità di innescare trasformazioni in positivo nei comportamenti dei bambini che vi partecipano.

La relazione, il contatto con la natura,  il gioco,  l’ arte e la cultura stimolano la ricerca, la scoperta e la curiosità nei bambini, nonché una maggiore consapevolezza del sé e dell’ altro.

Il tema che indagheremo sarà “ABITANTI: SPEDIZIONE PIANETA TERRA”, ovvero una ricognizione spaziale e identitaria del nostro essere appartenenti al Pianeta Terra.

Cosa significa essere abitanti di questo Pianeta? Quali caratteristiche uniche, speciali, straordinarie ha? Quali i suoi Guinnes dei primati? Quali sono gli eroi di oggi che quotidianamente agiscono per salvare il mondo? Cosa possiamo fare noi? Pianeti dentro il Pianeta?

Se lo scorso anno l’ attenzione era concentrata sulla Tribù e la sua costruzione, quest’ anno la dimensione della Tribù viene lanciata a livello planetario per fare il giro attorno al Pianeta Terra.

Un modo di guardare il pianeta che ci ospita con gli occhi carichi di meraviglia, andando alla scoperta dei “super talenti” della Terra e della sfide che oggi ci attendono come abitanti del Mondo.

Il nostro percorso vuole muovere alla consapevolezza dei gradi di relazione che ci connettono gli uni agli altri in quanto ospiti cosmici sulla Terra, bisognosi di ritrovare allineamento con i vari elementi della Terra, della Natura.

Vogliosi di ritrovare attenzione, cura, rispetto.

MODALITÀ

moBLArte, in quanto atelier di arte mobile, con finalità di inclusione, integrazione, intergenerazionalità per l’ evoluzione olistica personale, si muove attivando più linguaggi di intervento, facendo riferimento alla teoria delle nuove intelligenze di Gardner, (ovvero quella linguistica, logico matematica, spaziale, corporeo-cinestetica, musicale, interpersonale, intrapersonale, naturalistica ed esistenziale) così da rispettare i canali di comunicazione, apprendimento, motivazione e relazione di ogni bambino.

  1. POTER SCEGLIERE

Nel rispetto della nostra VISIONE, i bambini a “C’ era una volta un Re”, incontrano una giornata che consenta loro di essere veramente ABITANTI del proprio TEMPO e del proprio SPAZIO, anche perché i temi sono per noi fortemente connessi.

Abitanti del proprio tempo significa poter SCEGLIERE, poter essere protagonisti attivi delle proprie scelte, di dove investire e direzionare le proprie energie.

Questo significa che la giornata è scandita da quei tempi imprescindibili di ritrovo (accoglienza, pranzo e saluto) ma offre e chiede, per la sua struttura aperta, la determinazione condivisa del fare quotidiano.

L’ educatore è per noi, con riferimento a varie pedagogie moderne, colui in grado di servire occasioni di ricerca, di domande, di esperienza. Predispone lo spazio e il materiale, affinché qualcosa possa accadere, si possa originare, affinché il bambino, possa essere protagonista attivo del proprio fare.

Ciò significa anche comprendere, portare dentro di sé, il valore aristotelico e gestaltico per cui LA SOMMA E’ MAGGIORE DELLE PARTI.

  1. L’ ATELIER

Scegliere di vivere l’ ATELIER, significa mettere i bambini nella condizione di poter accedere e relazionarsi con molto materiale. Non giochi, materiale. Informe, grezzo, aperto, suscettibile di cambiamento, di trasformazione, di nuove significati e nuove funzioni.

Per questo motivo, moBLArte si connette con le realtà imprenditoriali del territorio, chiedendo loro di fornire materiale vario di scarto che possa consentire ai bambini di attivare la loro ricerca, nella consapevolezza di essere parte di una RETE territoriale, di una rete di condivisione, trasformazione e rigenerazione in cui NULLA SI CREA, NULLA SI DISTRUGGE E TUTTO SI RICICLA.

L’ atelier oltre che essere un spazio di riciclo è anche luogo di incontro tra analogico e digitale.

Nell’ atelier si integrano vari linguaggi e riferimenti per costruire dei percorsi olistici di apprendimento, per cui arte, architettura, fotografia, istallazioni, video, etc… saranno portati alla conoscenza dei bambini.

L’ Atelier trova la sua nascita nella scuola di Reggio Children a Reggio Emilia, con Loris Malaguzzi e vede in Remida, centro di riciclaggio creativo, la sua declinazione operativa e concreta.

  1. LA NATURA

E’ un principio attivatore, che mette in moto, che mette nel cambiamento, nella trasformazione.

Dalla separazione all’ integrazione, tornando al PRIMA, quando eravamo in allineamento elementale, senza separazione, semplicemente connessi al tutto del mondo. La separazione dal mondo, dalla vita che c’è nelle vite del mondo, dal rispetto per le vite, ci indebolisce, ci rende dimentichi di essere in un sistema interconnesso in cui i vari regni sono integrati e in cui la vita è sacra.

GLI SPAZI

Lo spazio è luogo da ABITARE, da vivere e trasformare. Lo spazio è generatore di relazione.

Abitanti” farà in modo che i partecipanti possano vivere lo spazio interno alla struttura scelta e anche lo spazio esterno, il dentro e il fuori, in una continuità progettuale, eliminando e limando quella distanza che normalmente si avverte durante il tempo invernale e portando i bambini a scegliere nuovi modi di abitare.

Inoltre un giorno a settimana , la Tribù andrà ad ACQUALIFE, piscina di Stezzano.

Nell’ occasione il pranzo è al sacco e viene richiesto alla famiglia.

IL PRANZO

Nella nostra cultura italiana, il tempo del pranzo è un momento importante di relazione, scambio, e alfabetizzazione alla socialità. moBLArte porta in questo tempo l’ EDUCAZIONE ALLA GRATITUDINE, la volontà di recuperare il senso sacro del cibo, dove il sacro non è una connotazione religiosa, quanto piuttosto l’ attitudine cosciente di sentirsi parte di un tutto, per cui ancora una volta un ABITARE, sapersi abitanti di un processo che porta a noi il cibo ma che inizia altrove per terminare altrove, perché anche il nostro modo di mangiare, le nostre scelte hanno un peso nell’ economia degli equilibri della nostra tribù, della nostra comunità e del mondo. Ancora una volta, nulla si crea, nulla si trasforma ma tutto si ricicla.

INFORMAZIONI

QUANDO

Da lunedì 17 Giugno a venerdì 12 Luglio 2019.

È’ possibile iscriversi anche solo 1 settimana o più settimane non consecutive.

DOVE:

BORGO DEL PADERGNONE  a Via Padergnone, 45 – Zanica ( BG)

Ovvero? La sede di moBLArte!

Il luogo è una splendida villa privata, con un parco circoscritto, entro il quale i bambini avranno la possibilità di muoversi e di giocare liberamente.

ORARI

Dalle ore 9.00 alle ore 16.45
Ingresso dalle ore 9.00 alle ore 9.30
Uscita alle ore 16.45

Su richiesta Anticipo: 8.30 – 9.00 (numero minimo di 3 bambini a settimana)

ETA’

Dai 5 ai 10 anni.

Il centro estivo “C’era una volta un Re”, accoglie bambini per un numero minimo di 10 a un massimo di 15.

LA CUCINA

A pranzo la Tribù andrà al ristorante adiacente alla villa, sempre interno al Borgo, OSTERIA FIENODORO.

www.fienodoro.it

CONTRIBUTO ISCRIZIONE

Per partecipare al centro estivo è necessario essere associati all’ Associazione moBLArte: la quota associativa annuale è di 15 € ed è valida fino alla fine di Dicembre 2019 e dà diritto a partecipare ad ogni attività proposta dalla stessa.

Il contributo per una settimana di iscrizione è di 120 €.

Il contributo per due settimane di iscrizione è di 115€ a settimana, ovvero 230 €.

Il contributo da tre settimane di iscrizione in poi è di 110 € a settimana.

I costi agevolati per un’ iscrizione a più settimane sono validi solo se le settimane sono prenotate insieme dall’ inizio e comunque prima del pagamento.

Dopo il 15 giugno le prenotazioni già effettuate non ancora regolarizzate saranno soggette ad un aumento di € 10 sul totale.
La quota settimanale per l’ ingresso anticipato è di € 10 a bambino.
Il contributo, per il fratello o la sorella è di 100€ a settimana, indipendentemente dal numero di settimane confermate.

LE QUOTE COMPRENDONO

  • Tutte le attività al campo con educatori professionisti
  • Merenda del mattino, pranzo e merenda pomeridiana
  • Uscite in bicicletta e a piedi nella campagna circostante
  • Visita botanica alla scoperta del parco
  • Una giornata alla piscina “Acqualife” di Stezzano, il giovedì
  • A luglio, aperta a tutti i partecipanti della stagione, all’ interno della sede, una notte in tenda con cena condivisa con i genitori.

COME PARTECIPARE:

  • Prenotazioni

È possibile prenotare sin d’ora il posto compilando il modulo d’ iscrizione.
Le prenotazioni, fino ad esaurimento posti, sono a numero chiuso, saranno considerate in ordine di arrivo tramite compilazione del modulo di prenotazione.

Le prenotazioni devono essere inoltrare a info.moblarte@gmail.com

Conferma Iscrizioni

L’iscrizione verrà confermata esclusivamente se in regola con le seguenti:

  • aver compilato il modulo di “Iscrizione”
  • aver compilato il modulo di richiesta “Tessera associativa”
  • aver compilato le “Autorizzazioni”
  • aver provveduto al pagamento della quota CENTRO comprensiva di eventuale anticipo

 

SCARICA IL VOLANTINO

SCARICA I MODULI PER L’ ISCRIZIONE

SCARICA I MODULI DI INFORMATIVA

Associazione Culturale Moblarte
Via Padergnone 45 – 24050 Zanica (BG)
Tel.: 344 143 2205
Mail: info@moblarte.it